Montalbano Domani

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Barco Reale Mediceo

Progetti e iniziative

Il Barco Reale Mediceo, la riserva di caccia dei Medici realizzata nel 1600, contava circa 50 km di perimetro e interessava tutto il Montalbano.
Oltre a essere un'opera unica nel suo genere, è di fatto un elemento particolare che accomuna e unisce tutta la nostra zona.

Come Associazione proviamo a riportare alla luce alcuni tratti rimasti del vecchio muro e promuoviamo la riscoperta di questa opera.

Ogni tanto organizziamo una squadra di pulizia, che ha portato finora buoni risultati.
Abbiamo infatti recuperato un lungo tratto di muro vicino S.Lucia e abbiamo ripristinato un tratto dopo la chiusa del Barco di S.Amato.

La chiusa di S.Amato, recuperata dall'Associazione S.Amato a Tavola, è il più importante simbolo di questa opera dimenticata.
Si trattava di una vera e propria chiusa che lasciava passare le acque del torrente e tratteneva gli animali grazie a una griglia metallica. Di queste opere ne dovevano essere presenti molte lungo tutto il perimetro del recinto, data la presenza di molti torrenti che scendono dal Montalbano. Quella di S.Amato è forse l'ultima rimasta così visibile.

Qui a fianco presentiamo un percorso per visitare alcuni dei tratti più interessanti rimasti del Barco Reale. Si tratta di un percorso mediamente impegnativo. Bisogna fare attenzione però alla zona dopo la chiusa di S.Amato durante il periodo di caccia, perchè sono presenti nelle vicinanze dei capanni di appostamento fisso.
(scarica la mappa)

Chiusa del Barco Reale di S.Amato

Per maggiori informazioni sul Barco Reale si rimanda a http://www.montalbano.toscana.it/il-barco-reale-mediceo, oppure al testo "Il Barco Reale Mediceo: una riserva granducale sul Montalbano" di A.Lassi e G. Pisacreta, edito dal Consorzio Interprovinciale per il Montalbano e dal Comune di Quarrata.

I LAVORI DI VALORIZZAZIONE CONTINUANO...

Torna ai contenuti | Torna al menu